Assessorato alle Politiche Ambientali - Servizi al cittadino

   

Documenti - Servizi al cittadino

TAVOLO TECNICO ZONALE

Il TTZ (Tavolo Tecnico Zonale) è organismo previsto dal PRTRA per il coordinamento di politiche unitarie in materia di prevenzione e risanamento dell’aria nell’ambito del territorio della Città metropolitana. Compito del TTZ è quello di coordinare le misure previste dai Piani Comunali vigenti al fine di un’azione unitaria ed efficace delle misure previste. Compito del TTZ è quindi confrontare, discutere e diffondere le misure comuni per tutto il bacino di riferimento, al fine dell’assunzione di decisioni unitarie e coordinate da parte dei Comuni in materia di abbattimento delle emissioni di inquinanti nell’aria.

Ai sensi del PRTRA vigente il TTZ è composto dal Presidente della Città metropolitana, dal Sindaco del Comune capoluogo e dai Sindaci dei Comuni ricadenti nelle zone o agglomerati classificati come A, B, C del territorio provinciale di competenza.

Al livello regionale opera il Comitati di Indirizzo e Sorveglianza, che individua le linee guida degli interventi da programmare secondo criteri differenziati zona per zona e verificarne con cadenza annuale l’efficacia.

Strumento per l’inquadramento delle problematiche connesse con l’inquinamento dell’aria è il Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell’Atmosfera (P.R.T.R.A.), disponibile all’indirizzo http://www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/tutela-qualita-aria, redatto dalla Regione Veneto.

 

Sezione sito: 

Abilitazione alla conduzione di impianti termici

La Regione del Veneto, con la L. R. n. 11 del 13 aprile 2001 e la DGR. n. 1734 del 26 ottobre 2011, ha delegato alle Province le funzioni in merito al rilascio dell’abilitazione alla conduzione degli impianti termici di potenza termica nominale superiore a 0.232 MW e l’istituzione dei relativi corsi di formazione, nonché alla formazione e aggiornamento del registro degli abilitati alla conduzione di impianti termici.
Con delibera della Giunta Provinciale n. 104/2012 sono state recepite la Direttiva e le Linee Guida regionali in materia di abilitazione all’esercizio dell’attività di conduttore di impianti termici.

Il conduttore impianti termici svolge attività di conduzione degli impianti di potenza superiore a 232 kw. Applica procedure di attivazione e conduzione dell’impianto termico, garantendo il controllo della funzionalità della centrale termica e dei suoi componenti attraverso la verifica dei parametri di regolazione intervenendo, quando necessario, sugli strumenti di regolazione.

Il file riportato di seguito contiene l'elenco dei soggetti abilitati alla conduzione, che hanno frequentato i corsi organizzati dalle società individuate e superato le prove selettive al termine degli stessi.

AVVISO. Richiesta patentino impianti termici per soggetti già abilitati alla conduzione di generatori a vapore.

La richiesta del Patentino per l'abilitazione alla conduzione degli impianti termici in equipollenza con il Certificato di abilitazione alla conduzione di generatori a vapore, ossia senza la necessità di percorso di formazione aggiuntiva, va inoltrata a:

Regione Veneto − Direzione Formazione − Ufficio Attività Riconosciute.

Tel.: 0412795098      E-mail: formazione.riconoscimento@regione.veneto.it

che provvederà direttamente.

Sezione sito: 

Piano Provinciale per la gestione dei Rifiuti

Nella seduta del Consiglio Provinciale del 20 dicembre 2007 è stato approvato, con alcuni emendamenti, l’aggiornamento al Piano di gestione dei rifiuti urbani. Tale aggiornamento recepisce le modifiche introdotte dal D. Lgs. 152/2006,in particolare per quanto riguarda gli obiettivi di raccolta differenziata e i criteri per l'individuazione delle aree non idonee all'insediamento di impianti per il recupero o lo smaltimento dei rifiuti, indicati all'elaborato E del Piano Regionale di gestione dei rifiuti urbani. Vengono rivisti, inoltre, gli scenari circa il fabbisogno di volumi di discarica per i prossimi anni, anche in relazione alla struttura impiantistica ipotizzata per il trattamenti delle frazioni riciclabili, della frazione organica del rifiuto urbano e del verde e del rifiuto indifferenziato.

Sezione sito: 

normativa impianti termici

    Decreto Legislativo 192 del 19 agosto 2005. Criteri, condizioni e modalità per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici al fine di favorire lo sviluppo, la valorizzazione e l'integrazione delle fonti rinnovabili e la diversificazione energetica, contribuire a conseguire gli obiettivi nazionali di limitazione delle emissioni di gas a effetto serra posti dal protocollo di Kyoto, promuovere la competitività dei comparti più avanzati attraverso lo sviluppo tecnologico. d.lgs 19/08/2005.pdf - allegato.pdf

    Decreto Ministeriale 17 marzo 2003. Aggiornamenti agli allegati F e G del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edific i, ai fini del contenimento dei consumi di energia. d.m. 17/03/2003.pdf  - allegato 1.pdf  - allegato 2.pdf

    Legge regionale 13 aprile 2001, n. 11. Conferimento di funzioni e compiti amministrativi alle autonomie locali in attuazione del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112. l.r. 11.pdf

    Decreto Legislativo 23 maggio 2000, n.164. Attuazione della direttiva n. 98/30/CE recante norme comuni per il mercato interno del gas naturale, a norma dell'articolo 41 della legge 17 maggio 1999, n. 144. d.lgs. 164.pdf

    Decreto del Presidente della Repubblica. “Modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412: Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell'articolo 4, comma 4 della legge 9 gennaio 1991, n. 10.” d.p.r. 551.pdf

    Decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412. Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell'art. 4, comma 4, della legge 9 gennaio 1991, n. 10. d.p.r. 412.pdf

    Legge n.10 del 9 gennaio 1991. Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia. l. 10.pdf

     Legge n. 46 del 5 marzo 1990. Norme per la sicurezza degli impianti. l. 46.pdf

Sezione sito: